With Japanese Eyes


Es ist Sandro eingefallen, als wir wieder über Farbentheorie sprachen: die japanische Farbentheorie mit nicht drei, sondern fünf Grundfarben. Wir waren vor etwa einem Jahr während unserer Erforschung des Trends Japonismus darauf gestoßen. Ich freue mich immer sehr, wenn Sandro sich noch an frühere Lektionen erinnert.

È stato Sandro a ricordarsene mentre parlavamo della teoria dei colori: la teoria classica giapponese dei colori che prevede non tre ma cinque colori primari, l’avevamo scoperta circa un anno fa.


Von der Theorie zur Praxis: ein „japanisches Bild“, das bedeutet für Sandro einen Samurai zu zeichnen und malen.

Dalla teoria alla prassi, per Sandro dipingere „in stile giapponese“ significa anche di scegliere come oggetto un samurai.


Es ist nicht so einfach, man muss schon ein bißchen nachdenken: keine Farbe darf direkt neben jener Grundfarbe liegen, die in ihr enthalten ist.

Non é cosí semplice come sembra, bisogna concentrarsi un po‘: nessun colore primario puó stare direttamente vicino ad un colore di cui é componente.

Ungefähr so…

Piú o meno cosí…

11 Antworten zu With Japanese Eyes

  1. Paula sagt:

    Sandro is talented.
    I have greatly enjoyed all your Christmas craft activities. Your home must look so cosy and festive.

    • Sybille sagt:

      In this moment my home looks not very festive. Yes there are stars on the window and candles on the table, but also lots of dog’s toys all around, children’s boots, clothes waiting to dry everywhere… Please tell me a few days before you come to visit us so I can call some superheroes help me to put my home alright…😉

  2. 'r@- laura sagt:

    Proprio bello!
    Bravo Sandro!

  3. twinsbimamma sagt:

    …il Giappone..bel paese…mio marito ha praticato diverse arti marziali…ora pratica kyudo e kendo..ma ha praticato anche aikido e tante altre cose.. se ti interessa anche prendere spunti di qualche disegno ti segnalo il blog http://ilbersagliodipaglia.blogspot.com/

  4. Palmy sagt:

    Da oggi c’è un nuovo appuntamento sul mio blog: Love of Learning. Vuoi partecipare?(anche con un vecchio post che vuoi riportare in vita) Ti aspetto

  5. Amalia sagt:

    Ciao cara,
    quanto tempo che non passavo di qui!
    Avete lavorato tanto in questi ultimi giorni, bravissimi!
    Spero di essere più presente, fra un pò chiudono le scuole e spero di avere più tempo,
    baci,
    Amalia

  6. Marta sagt:

    Ciao, ti seguo da poco perchè..ti ho scoperta da poco!! Complimenti per il tuo lavoro. Approfitto per chiderti una cosa sui colori. Le mie bambine di 4 e 5 anni sono appassionate di disegno ed io le incoraggio ad esprimersi con quest’arte. Vorrei però insegnare loro i „veri“ nomi dei colori, non accontentarmi cioè di chimare il rosso rosso, il giallo giallo, il blu blu. Vorrei insegnare loro a riconoscere le sfumature, insegnare loro che ci sono tanti tipi di rosso, il rosso vermiglio, porpora, tiziano,… Credo che spiegare loro queste cose le possa aiutare anche a descrivere con più accuratezza la realtà, e prima ancora a saperla „guardare“ con gli occhi giusti. Tu che magari hai esplorato questo universo, sai dove posso trovare dei pastelli con scritto il nome preciso del colore? Oppure delle tavole abbastanza complete di colori? Ti sarei grata se mi rispondi per email. Grazie!

  7. […] Qui e qui parla della teoria giapponese dei colori: […]

Schreibe einen Kommentar

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s