Zu den Fällen

Um die Fälle zu wiederholen benutzen wir dieses Material, das sich eigentlich eher für jüngere Kinder eignet. Doch um  zu überprüfen, ob Sandro sich noch an Nominativ, Genitiv, Dativ und Akkusativ erinnert, ist es ideal.

Per ripetere i casi della grammatica tedesca utilizziamo questo materiale anche se é un po‘ semplice, nel senso che é forse piú indicato per bambini della scuola elementare. Ma per dare un’occhiata veloce per capire se Sandro almeno si ricorda di nominativo, genitivo, dativo e accusativo mi sembra perfetto.

Das Material stammt von einer Freundin, die eine Montessori-Ausbildung gemacht hatte.

Il materiale era di un’amica che aveva fatto un corso di formazione montessoriana.

Auf dem unteren Teil jeder Seite befinden sich die Lösungen. Man schiebt diesen Teil in eine farbige Hülle und versucht sich dann an den Übungen: durch vorsichtiges Herausschieben aus der Hülle überprüft man nach und nach die Ergebnisse.
Das macht auf jeden Fall mehr Spaß als das übliche farbige Unterstreichen der Fälle in Sätzen, vor allem kann man das auch im Liegestuhl an der Sonne machen, und ein Hurra auf die Selbstkontrolle!🙂

Le schede contengono piccoli esercizi e, nella parte di sotto, i risultati giusti. La parte con i risultati viene nascosta da una specie di busta aperta colorata: poi un po‘ alla volta si fa uscire un risultato dopo l’altro per verificare.
Questo metodo é piú bello del solito „sottolinea di rosso il nominativo, di verde il genitivo, di rosa il dativo e di giallo l’accusativo nelle seguenti frasi…“ e soprattutto si possono usare le schede anche sullo sdraio al sole, e poi anche un Urrá ai metodi con autocontrollo!🙂

————————————————————————–

Für Wiederholungsübungen benutzen wir auch unsere Fragekärtchen und die Klapp-Übungen.

Per ulteriori esercizi usiamo anche le nostre cartoline domanda-risposta e le schede a metodo flap.

————————————————————————–

In diesen Tagen machen wir auch ein bißchen „Baustelle“ – eigentlich sollte nur das Kinderzimmer neu gestrichen werden, doch dann entdeckt man dies und jenes, was in Ordnung gebracht werden sollte…
Und wenn das Wetter mitspielt, wollten die Jungs auch noch mit Freunden zelten gehen. Liebe Sonne, scheine…!🙂

In questi giorni abbiamo un po‘ di „lavori in corso“ – inizialmente volevamo solo dipingere le pareti della camera dei ragazzi ma poi si trova questo e quello che sarebbe anche da mettere a posto…
E poi, bel tempo permettendo, i ragazzi volevano andare a dormire in tenda con amici. Dai sole, impegnati a far tornare l’estate…!🙂

4 Antworten zu Zu den Fällen

  1. che bel sistema grammaticale, avrei voluto usarlo in università quando studiavo il tedesco…mi piacciono sistemi con colori, symboli eccettera per le cose astratti…mi da un senso di ordine visuale che mi serve per imparare.

    chissà se si riuscirei ad applicarla alla grammatica italiana…

    una domanda su scuola famigliare: secondo te, se tu avresti voluto studiare una lingua diversa avresti potuto?

    qui la scuola fa inglese e francese come lingua straniera, ma noi come intera famiglia saremo molto interessati a studiare il giapponese…(e inglese lo facciamo già).

    chissà.
    buona giornata di lavori: anche noi stiamo „decluttering“ gli armadioni della cucina, sistemando la „big room“ (stanzona) che vorrei far diventare nostro spazio lavoro-ludoteca (ha già telaio, pianoforto, tamburi, libri…ha solo bisogno di scaffali per i materiali „d’ambiente“, cuscinoni/sedie bassi, e dei tavolini da lavoro (ci piace stare per terra–come i giapponesi🙂 )
    xxxmelissa

    • Sybille sagt:

      Ciao Melissa! Sí la grammatica prima di tutto é come …un grande armadio con tanti cassetti e scaffali e tutto é bello ordinato… (un sogno, praticamente!)🙂
      Soprattutto conoscere la grammatica della propria lingua aiuta poi per le altre lingue.
      Tu dici che se invece di italiano e inglese come seconda e terza lingua avremmo preferito buttarci sullo svedese, per esempio? No, non credo avremmo potuto farlo (nel senso che certo, puoi decidere di studiare da homeschooler quello che vuoi „anche“ ma non „al posto di“). Proprio sulle lingue qui in Alto Adige si é rigidissimi, nel senso che é di super-obbligo l’italiano come seconda lingua dalla prima elementare in poi per chi é iscritto nella scuola tedesca, come noi, (e il tedesco come seconda lingua per chi frequenta una scuola italiana); l’inglese si fa dalla quarta elementare in poi. Nelle scuole ladine invece (il terzo gruppo linguistico della nostra provincia) é un po‘ diverso, loro non hanno italiano e tedesco come seconda e terza lingua nel senso come le scuole tedesche e italiane (e poi l’inglese come quarta), ma hanno le materie in queste lingue: ad esempio matematica in tedesco, storia in italiano ecc. Per le altre lingue ancora (spagnolo, francesce ecc.), queste vengono introdotte al momento della scuola superiore ma dipende da quale tipo di scuola, nelle scuole professionali ad esempio si continua „solo“ con italiano, tedesco e inglese.
      Ma voi, quando poi ci saranno gli esami (di terza media per esempio) e avete fatto giapponese invece di francese, come vi regolate?
      Buon decluttering anche a voi!🙂

  2. melassa sagt:

    Sono passata solo per un salutino, ma poi come al solito ho trovato un sacco di cose interessanti e bellissime da leggere e guardare🙂

Schreibe einen Kommentar

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s